Che la musica sia più di una disciplina solamente artistica è un dato di fatto e la scienza ci viene incontro in questo, ma spesso non si è tanto consapevoli di quanto altro si possa nascondere nella musica. Oggi noi de L’Armonico vogliamo parlarvi del metodo MusicArte. Ideato dal M° Daniele Pasini, MusicArte è un metodo che secondo l’autore stesso porta a “faticare”. Il maestro Pasini sostiene, infatti, che il libro costringa ad una concentrazione massima per riuscire a comprendere un testo complesso. Ma sostiene anche che i bambini sono in grado di accogliere le difficoltà più grandi al fine di imparare.

 

I bambini come protagonisti

Sono i bambini i protagonisti del metodo MusicArte. I bambini sono portati ad utilizzare la loro creatività al fine di costruire la conoscenza della musica. Pratica e manualità, quindi, che portano i bambini ad una nuova consapevolezza dello spazio. Ma in che senso? I bambini saranno impegnati a creare da soli un pentagramma in modo da capire lo spazio tra le righe e tra le note. Secondo la didattica del metodo MusicArte, incoraggiare i bambini a disegnare da soli il proprio quaderno fa comprendere loro che la scrittura musicale segue regole e schemi precisi. Uno degli obiettivi che si prefigge il M° Pasini  è quello di far comprendere ai bambini prima di tutto il concetto di spazio e di tempo. La composizione e l’esecuzione arriveranno molto dopo.

 

Com’è nata l’idea di un manuale di musica per bambini?

Passato e presente del M°Pasini hanno contribuito a far nascere e rendere concreta l’idea del manuale di musica per bambini. L’avere insegnato sia musica che arte e immagine nella scuola primaria, la solida formazione musicale e l’ispirazione datagli dal sommo Bach hanno contribuito all’idea di MusicArte. Non solo! Anche la grande e continua voglia di sperimentare e ricercare nuove strategie didattiche che possano rompere gli schemi delle tradizioni. I bambini sono portati a nutrire un sano senso di sfida verso le cose complesse e a potenziare la percezione spazio-tempo. La scrittura musicale viene interpretata dai bambini come disegno geometrico nel quale le note vengono posizionate secondo criteri geometrici.
Altro aspetto molto importante del manuale MusicArte sono gli esercizi di ear training e eye training. Disegnare la musica porta il bambino a disegnare cose via via più complesse svincolandolo dall’utilizzo del quaderno a vantaggio di fogli bianchi. I bambini verranno incoraggiati a realizzare facilmente uno spartito cogliendone facilmente gli aspetti caratteristici. E proprio lo spartito viene visto come un disegno. Il M°Pasini ha dotato il metodo MusicArte anche di strumenti compensativi.

 

Pro e contro dei primi due volumi del Metodo musicArte

Sono libri che richiedono impegno e motivazione perché presentano una didattica diversa dal solito, quindi se cercate libri con schede operative, da fotocopiare per i vostri alunni, resterete delusi.

 

LIBRO PRIMO

1) MusicArte – Musica Arte e Immagine nella scuola primaria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRO

  • Molti collegamenti al canale youtube “Maestro Daniele Pasini”e ai tutorial;
  •  Strumenti compensativi per la copiatura di musica e disegni;
  • Sistema facile e pratico per spiegare le scale maggiori e minori;
  • Moltissimi esercizi per sviluppare e potenziare la percezione;
  • Indicazioni per scaricare e gli spartiti e dove trovare i tutorial corrispondenti agli spartiti;
  • Non è un libro solo di musica, ma aiuta ad entrare nella relazione profonda esistente tra musica, matematica e disegno.

 

CONTRO

  • Chi non conosce la musica si deve impegnare nel cercare di capirne gli esempi, avendo la pazienza di praticarli
  • Non vi sono trattati in modo ampio scale, intervalli e accordi

 

LIBRO SECONDO

2) Eye training & Ear training: tabelle di allenamento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRO

  • È un approfondimento del primo. Sono approfonditi: relazione tra ear training e eye training, scale, intervalli, accordi, circolo delle quinte ascendenti e discendenti;
  • Emerge la concezione sportiva della metodologia;
  • È un libro che contiene tabelle di allenamento;
  • Il manuale riporta, per la parte musicale, la tastiera sulla pagina destra. In questo modo l’esercitazione diviene decisamente più semplice e la lettura più leggera.

 

CONTRO

  • È un libro molto lungo (255 pagine)
  • Non si possono usare le schede se non si capisce la logica matematica e sportiva che c’è dietro. Un insegnante deve essere pronto ad offrire ai propri alunni una nuova visione del disegno e della musica

 

 

Dove lo trovo?

Il libro lo si trova sia nella versione cartacea che ebook. In quest’ultimo caso ci si può registrare al programma KDP SELECT che permette, agli abbonati al programma Kindle unlimited, di scaricarlo e leggerlo gratuitamente. Mancano l’Eserciziario per gli alunni e una guida per i docenti con una proposta di programmazione.

 

CONSIGLIO: la nostra opinione è ovviamente quella di avere il manuale cartaceo in modo da goderne appeno le caratteristiche e poter distribuire le copie e visualizzare gli strumenti in maniera pratica ed immediata!

 

 

Conclusioni

 

Non ci rimane che attendere il terzo manuale, già in programma, del M°Pasini per avere nuovi e ulteriori spunti didattici!

Se ti è piaciuto questo articolo, faccelo sapere, condividilo sui social ed iscriviti al blog così spronerai noi de L’armonico ad arricchire sempre più il blog ed a trattare argomenti sempre nuovi. Metti inoltre un bel “Mi piace” su Facebook ed Instagram…non ti perderai nessun aggiornamento!