Dunque è ufficiale; state studiando pianoforte e vi siete iscritti finalmente in Conservatorio ad un corso preaccademico o state per diplomarvi, magari siete in dirittura d’arrivo in qualche scuola musicale o state cercando solamente qualche spunto per studiare dei brani nuovi che possano colpire la vostra curiosità suddivisi magari per anno. Siete nel posto giusto qui a L’armonico! Abbiamo un sacco di brani che possono fare al caso vostro! In questo articolo cercheremo di offrirvi qualche spunto partendo dal PRIMO LIVELLO.

Le scuole musicali sono state riformate ed è proprio per questo motivo  che vi proponiamo alcuni brani che fanno riferimento al nuovo metodo pianistico facendo riferimento al vecchio ordinamento che resta comunque un ottimo alleato dal quale attingere materiale prezioso.

 

DISCLAIMER

Negli ultimi anni il corso tradizionale ha lasciato spazio ad una nuova concezione di ordinamento chiamato ordinamento PREACCADEMICO in 3 livelli che può essere così sintetizzato:

 1°livello della durata di 3 anni (paragonabile ad un 3° anno)
2°livello della durata di 2 anni (paragonabile al 5° anno)
3°livello della durata di 3 anni (paragonabile all’8° anno)

Notiamo che ogni conservatorio o istituto musicale ha un certo margine di libertà nella decisione finale per cui questa nostra lista vuole essere un valido strumento per avere una panoramica generale e chiara.

 

Prima di iniziare metti inoltre un bel “Mi piace” su FACEBOOK così non ti perdi gli ultimi novità che abbiamo da offrirti!

 

 

1° ANNO

  •  Mantenere un adeguato equilibrio psico-fisico nell’approccio con lo strumento pianoforte (respirazione, percezione corporea, rilassamento, postura, coordinazione).·
  • Acquisizione di tecniche strumentali e pianistiche adeguate alla lettura ed esecuzione di elementari repertori scelti tra generi e stili   diversi.
  • Progressivo adattamento delle metodologie di studio alla soluzione di problemi esecutivi anche in rapporto alle proprie caratteristiche.

BEYER, Scuola preparatoria op. 101
BERTINI, 25 Studi elementari op. 137
CZERNY, Il primo maestro di Pianoforte op. 599
DUVERNOY, Scuola primaria op. 176
KOHLER, 12 Piccoli studi op. 157
LEBERT-STARK, Gran metodo teorico-pratico, vol. l
LONGO, “Czernyana” fasc. 1 e 2
BARTOK, “Mikrokosmos”, vol. I
POZZOLI, 30 Studietti elementarI

J. S. BACH
Il Libro di Anna Magdalena
12 Pezzi facilissimi, rev. Longo
23 Pezzi facili

 

2° ANNO

Scale maggiori e minori per moto parallelo (ad ottave e per due ottave)

Studi
LONGO, “Czernyana”, fasc. 2°, 3°, 4°
CZERNY, 30 Nuovi studi di facile meccanismo op. 849, 24 Studi della piccola velocità op. 636
DUVERNOY, Scuola primaria op. 176, Scuola del meccanismo op. 120, Scuola preparatoria della velocità op. 276
BARTOK, “Mikrokosmos” vol 2 e vol 3
BERTINI, 25 Studi op. 29
HELLER, 25 Studi per il ritmo e l’espressione op. 45
LEBERT-STARK, Gran metodo teorico-pratico vol. 11
POZZOLI, 24 Studi di facile meccanismo, 30 Studietti elementari

J. S. BACH (oltre ai già citati il primo anno)
Piccoli Preludi e Fughette

Sonatine
CLEMENTI, Op. 36 (alternativo),37,38
KUHLAU, Sonatine e Sonate
DUSSEK, Sonatine e Sonate
MOZART, Sonatine Viennesi

3° ANNO

Scale maggiori e minori per moto retto e contrario (minimo due ottave)

Arpeggi ed altri meccanismi

Studi
LONGO, “Czernyana” fasc. 3°, 4°, 5°, 6°
CZERNY, 24 Studi della piccola velocità op. 636, Scuola della velocità op. 299
POZZOLI, Studi di media difficoltà
HELLER, Studi op. 45,46,47
BERTINI, 25 Studi op. 32
CLEMENTI, Preludi ed esercizi
BERENS, Nuova scuola della velocità op. 61
BARTOK, “Mikrokosmos” vol. III, IV

J. S. BACH:
Invenzioni a due voci
Suites francesi

Sonatine o Sonate del periodo classico

 

A questi brani già citati vanno aggiunti anche brani del repertorio romantico, moderno e contemporaneo.

 

Lettura a prima vista

Ogni anno verrà sperimentato ed integrato nel lavoro di studio una parte sulla lettura a prima vista (lettura estemporanea)

Ecco dei libri che possono essere utili:

 

Improvvisazione

Anche l’improvvisazione è una buona pratica da inserire nella pratica musicale, assieme al maestro possono essere sviluppati degli esercizi

Ecco alcuni libri che trattano questa tematica e più in generale il pianoforte moderno:

 

Conoscenza del proprio strumento

La conoscenza del proprio strumento di lavoro è essenziale e qualche domanda verrà posta anche all’eventuale esame per il livello successivo.

Wikipedia può in questo caso darvi una panoramica piuttosto utile.

 

 

Esame

Cosa è richiesto all’esame per il primo livello?

Ogni istituto come abbiamo detto possiede una certa libertà però ci sentiamo di dare questo riferimento seppur generico ma rappresentatativo.

Presentare un programma di durata non inferiore ai 15 minuti che dovrà comprendere almeno: 

  • 2 studi
  • 1 invenzione a due voci di J. S. Bach
  • Una sonata o sonatina
  • Pezzi del repertorio pianistico di varie epoche e stili.
    (Studi: Heller op. 47, 46; Clementi Preludi ed esercizi; Pozzoli 24 studi di facile meccanismo; Czerny op. 299; Burgmuller op. 100 o altri di almeno analoga difficoltà)

    La commissione solitamente si riserva la facoltà di ascoltare tutto o in parte il programma presentato dall’alunno

 


Speriamo che questo elenco ti sia stato utile, facci sapere nei commenti qui sotto come sono andate la tua preparazione e la tua performance! Ti auguriamo il meglio.

Se ti è piaciuto questo articolo, faccelo sapere, condividilo sui social ed iscriviti al sito così spronerai noi de L’armonico ad arricchire sempre più il blog ed a trattare argomenti sempre nuovi ed particolari. Metti inoltre un bel “Mi piace” su FACEBOOK ed INSTAGRAM….te ne saremo grati!

Buona vita e passa spesso a trovarci!